Argentino, mancino, classe 1993, Paulo Dybala si sta confermando uno dei talenti più importanti del panorama calcistico mondiale: dopo aver vinto lo scudetto con la Juventus al primo tentativo, in questa stagione era atteso alla prova del nove, la conferma al secondo anno. Acquistato dal Palermo due stagioni fa per circa 40 milioni di euro, la Joya sta dimostrando di valere il prezzo del cartellino: le prestazioni in quest’ultima edizione di Champions League hanno dimostrato tutte le doti del numero 21 bianconero che, con la doppietta al Barcellona, ha trascinato la Juve in semifinale.  

Ai piedi della Joya Oltre che da tutti i più grandi club del mondo, Paulo Dybala è conteso anche dai brand sportivi più importanti | Image 0

Nel 2012, Paulo viene acquistato dal Palermo per una cifra record di 12 milioni: è qui che parte l’avventura italiana del talento argentino. Le pressioni sono da subito tante, perché in molti si accorgono delle qualità del neo giocatore rosanero: resterà a Palermo per tre lunghi e intensi anni dove, soprattutto nell’ultima stagione, mostrerà tutte le sue potenzialità. 

Ai piedi della Joya Oltre che da tutti i più grandi club del mondo, Paulo Dybala è conteso anche dai brand sportivi più importanti | Image 1

Il trasferimento alla Juve nel 2015 segna definitivamente la carriera di Dybala: cresciuto calcisticamente in Argentina, perde in età adolescenziale il papà, suo primo tifoso. Da qui parte la scalata al successo che lo porterà a vestire la maglia del club più titolato in Italia e lanciare la sua nuova esultanza: la Dybalamask. In aggiunta, è di qualche giorno fa la conferma del rinnovo del contratto per altri 5 anni con la Juventus: la notizia era nell’aria, anche se tutt’altro che scontata. Come noto, i più grandi club al mondo avevano messo gli occhi sul talento argentino che, saggiamente, ha deciso di continuare il suo percorso in maglia bianconera. 

Ai piedi della Joya Oltre che da tutti i più grandi club del mondo, Paulo Dybala è conteso anche dai brand sportivi più importanti | Image 3
 

Ed è qui che si apre un ulteriore pagina nella storia calcistica di Dybala. La Joya infatti, veste Nike da quando ha iniziato a giocare in Italia con la maglia rosanero, diventando uno dei testimoni di punta della linea Mercurial. C’è un però: il contratto con il colosso americano è ormai scaduto da qualche mese, lasciando all’argentino la scelta se continuare con Nike o cambiare brand. Attualmente Dybala sta giocando sempre con un paio di Nike personalizzate total black, in attesa di ricevere la proposta giusta: ad oggi sembrerebbe che diversi brand si siano fatti avanti per conquistare la fiducia dell’argentino che, dal canto suo, non nessuna ha fretta di decidere. Il rinnovo del contratto con la Juventus potrebbe avere un suo significato anche per quanto riguarda gli scarpini di Paulo: adidas, sponsor ufficiale dei bianconeri da ormai due anni, potrebbe riuscire a strappare il sì di Dybala, costruendo attorno alla figura dell’argentino un vero e proprio movimento sportivo, rendendolo il testimonial di punta della squadra piemontese. 

Ai piedi della Joya Oltre che da tutti i più grandi club del mondo, Paulo Dybala è conteso anche dai brand sportivi più importanti | Image 2

Nike dal canto suo, non ha nessuna intenzione di farsi scappare il talento classe ‘93, come successo parecchi anni fa con Leo Messi. In quest’ottica però, sembra più difficile che il brand americano riesca a convincere nuovamente Dybala, soprattutto perché la concorrenza non manca. Under Armour, altro brand americano maggiormente noto agli amanti del football, sta investendo ingenti somme in diversi top player appartenenti a diversi sport: Steph Curry e Tom Brady su tutti, sono diventati i testimonial di punta di un brand che sta tentando di ampliarsi in Europa, il mercato fino ad ora meno presidiato. Per questa ragione, Dybala potrebbe essere l’occasione d’oro per lanciare il proprio prodotto in un mercato che fino ad oggi è stato comandato da Nike, adidas e PUMA.