Topolino se ne va da Netflix

O meglio la Walt Disney Company lascia la famosa piattaforma web, mettendo fine al loro accordo, per lanciare, a partire dal 2019, un proprio servizio di streaming tramite il quale vedere film d’animazione e una selezione di programmi provenienti da Disney Channel TV.

Il progetto della major dei cartoon inizierà già il prossimo anno quando offrirà un servizio dedicato a ESPN, la sua rete sportiva, offrendo 10.000 eventi dal vivo l’anno, disponibili per abbonamenti anche a seconda dello sport preferito.

Per ottenere la tecnologia necessaria all'impresa, il colosso dell’entertainment sborserà 1,58 miliardi di dollari, cifra che gli consentirà di avere il controllo della BAMtecc LLc, società specializzata nella diffusione di canali streaming - di cui possiede già il 33%.

Disney e Netflix diventano così rivali dirette, in lotta per aggiudicarsi il mercato, sempre più competitivo, dello streaming di video.