Redemption. Con questa parola inizia il video di "All Night", ultimo singolo di Beyoncè estratto dall’album "Lemonade e prodotto da Bey e Diplo.

Il voice over della pop star omaggia Hattie White, nonna di Jay Z, la sua ricetta per la limonata, metafora della sua eredità spirituale "I was served lemons, but I made lemonade" con le parole del poeta Warsan Shire "true love brought salvation back into me", mentre da un toccante bianco e nero si si passa al colore. 

Queen B. inizia a cantare e sullo schermo, si alternano immagini di coppie innamorate con frammenti della sua vita privata: il giorno del  matrimonio con Jay Z, momenti insieme alla figlia Blue Ivy e al marito. Un bacio, un sorriso, un calcio alla palla sul campo dei New Orleans Saints, il IV tatuato, un numero fortunato sull'anulare. La diva toglie la maschera e mostra il suo lato umano, parla di gelosia e perdono "With every tear came redemption/And my torturer became my remedy", mentre chi ascolta e guarda si perde in una serie di scene che travalicano i confini del videoclip per diventare un piccolo e perfetto cortometraggio strappalacrime, nel quale si riconoscono collaboratori e amici di Beyoncè come Zendaya, Amandla Stenberg, Chloe e Halle, e Quvenzhanè Wallis

Enjoy "All Night", fazzoletto alla mano.