Che fanno A$AP Rocky, Playboi Carti & Quavo vestiti dalla testa ai piedi Raf Simons?
Facile, girano il video ufficiale di RAF.

La canzone, apparsa per la prima volta in maggio durante il programma radiofonico di Frank Ocean Blonded, è diventata subito una piccola hit grazie al suo ritornello accattivante che ripete “Please don’t touch my Raf”.

Se in quella versione di debutto comparivano insieme al trio di rapper anche Frank Ocean and Lil Uzi Vert, nella traccia lanciata in queste ore il loro featuring è inspiegabilmente scomparso.

Niente panico!
Il numero inferiore di performer è compensato dal moltiplicarsi di outifits firmati dallo stilista belga.

Infatti, nelle immagini del video i tre artisti sfilano avanti e indietro come modelli professionisti, cambiando continuamente look e ripercorrendo così in pochi minuti la carriera di Simons.

La scena di apertura è un chiaro riferimento alla collezione SS02 , Woe Unto Those Who Spit Unto the Fear Generation; The Wind Will Blow It Back, solo uno dei tanti omaggi al designer cult.

Tra i tanti cambi d’abito, pezzi d’archivio forniti dalla marketplace community di menswear Grailed, si riconosco la felpa col cappuccio “Kollaps”, i bomber oversized, il parka con la stampa-tributo ai Manic Street Preachers della collezione per la FW03 Closed, diverse felpe senza maniche, i maglioni degradè della collezione SS16, “poltergeist” parka parte di History of My World per la FW05, pezzi della collaborazione FW16 con Sterling Ruby e capi della prima collezione di Simons della FW95.

Guardate il video di RAF e divertitevi ad individuarli tutti!

 

2 Altre foto
Sfoglia