Parigi, Palais de Tokyo. Rick Owens in passerella. L'abito cambia forma, distorto da tagli asimmetrici, drappeggi, orli sfrangiati: diventa altro. Si trasforma in armatura. Organza, canvas, pelle e tessuti metallici sono la materia che plasma l'estro creativo del designer realizzando abiti corti, scultorei e capi spalla smanicati, increspati.

Ruvido, primitivo, lo stile Owens presenta una collezione stropicciata, diretta, solida. L'accessorio irrinunciabile? Una modella agganciata come se fosse uno zainetto.

1. Mind

Owens - Fluct

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 7

Owens - Leigh Bowery

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 2
 

Owens - Piledriver

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 5

Owens - Allen Jones

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 0

Owens - Lee Bae

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 6

Owens - Rothko

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 4

2. Eyes

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 3

Solida, ruvida, umana

3. Hearth/Art

Rick Owens ha la provocazione nel suo DNA. Ha fatto sfilare ragazzi con i peni al vento, ha posizionato una statua che lo raffigurava urinare davanti al Pitti a Firenze, ha visto un modello sfilare (inaspettatamente?) con un cartello pro Angela Markel durante la sua sfilata uomo di Giugno.

Questa volta il designer americano si è lasciato affascinare da '"Le troiane" di Euripide e da i lavori dello scultore Allen Jones, lasciando trasparire nelle sue creazioni anche, e forse soprattutto, le performance di Leigh Bowery e del collettivo FlucT.

Il risultato? Lo zaino umano: modelle che indossano donne come abiti, agganciate con corde. Le cinghie che tengono in due corpi attaccati diventano per lo stilista nastri d'amore, simbolo di sorellanza, resistenza e persino maternità. 

Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 1
Rick Owens Women's SS16 Anatomy Mind, Eyes, Heart | Image 8