Prodotti di alta qualità, una pubblicità accattivante e un nome simbolo di lusso spesso non sono sufficienti a incrementare le vendite di un brand. Soprattutto oggi che le esperienze di vendita sono sempre più frammentate e personali, e che i canali di promozione possono essere tanto virali quanto dispersivi e, quindi, poco efficaci. 
In un momento come questo non è quindi una novità che i marchi d'abbigliamento chiedano l'aiuto a figure del settore che possono indirizzare possibili nuovi clienti verso determinati prodotti e influenzare positivamente le vendite. It Girls, Influencers e Bloggers sono ormai il pane quotidiano per un brand e molti di questi sono volti ormai noti. Forse però vi è sfuggito Tao Liang, il ragazzo che ha può decidere le sorti del mercato di lusso in Cina. Ventiquattrenne e residente a Pechino, Tao Liang è la massima autorità in fatto di borse in Cina – non a caso il suo soprannome è "Mr. Bags". Attraverso il suo blog è diventato un punto di riferimento sia per i suoi lettori che vogliono essere sempre aggiornati sulle ultime tendenze, sia per i brand di lusso, che collaborano con lui per incrementare la loro efficacia online e, quindi, le loro vendite. Il super potere di Tao Liang è quello di riuscire a trasformare lettori e appassionati di borse in acquirenti effettivi in pochi minuti. Le sue armi segrete sono 2.7 milioni di lettori su Weibo, la più importante piattaforma social cinese, e più di 600.000 followers su WeChat, ma anche un'ampia conoscenza della moda che l'ha trasformato in un guru delle It Bags. 

Louis Vuitton x Supreme!!!

Un post condiviso da @mrbagss in data:


Il potere mediatico e comunicativo di Tao Liang ovviamente non è sfuggito ad alcuni di più importanti brand, come Gucci, Louis Vuitton, Bergdorf Goodman e Givenchy, con cui recentemente ha collaborato per il lancio della borsa Horizon in edizione limitata rosa in occasione di San Valentino – gli ottanta modelli disponibili sono andati sold out immediatamente al prezzo di 1.270 dollari cadauno. Ma come è nato il suo successo?
Dopo il diploma alla Columbia University di New York, nel 2010 Tao Liang ha iniziato a costruire il suo piccolo impero mediatico sulla piattaforma Ren Ren, il "Facebook cinese". Il suo primo post con centinaia di condivisioni consisteva in un elenco di alcune borse di tendenza, ma economiche, e in quel momento il blogger ha capito che quella poteva essere la strada giusta per il successo.

"Sometimes I would research all day, from morning to night, just to research the release date for a particular bag" ha spiegato Tao Liang durante un'intervista , aggiungendo “My readers are everything. I’m a reader myself, so I know what they want and need. Frankly, there are hundreds and thousands of shopping maniacs who love to buy handbags, but they need to work and raise children [and] they don’t have time to research and decide which bag is worth buying, what are the latest designs and where best to purchase them. I provide them with such advice".

Oggi Tao Liang è uno dei fashion bloggers più influenti della Cina, i suoi articoli su WeChat vengono letti da centinaia e centinaia di lettori, e può vantare clienti come Fendi, Céline, Gucci, Stella McCartney e Louis Vuitton, con cui coopera per realizzare strategie di vendita online mirate per i loro fans, che possono essere semplici consigli d'acquisto o vere capsule collection in collaborazione con un brand. 
Si tratta di un business redditizio non solo per i suoi clienti, ma anche per Mr. Bags stesso, che si rifiuta di rendere pubblici i suoi introiti annuali, ma non è difficile immaginarseli. Inoltre, il blogger ha stretto alcune collaborazioni a lungo termine con alcune aziende selezionate che lo pagano a tariffa fissa. Insomma, un lavoro a tempo pieno molto redditizio. E questo sembra solo l'inizio, visto che Tao Liang ha inaugurato il nuovo blog Mr Heels, incentrato sulle scarpe e che ha già 320.000 lettori su Weibo. Altri progetti per il futuro? Il blogger sogna di realizzare un proprio marchio di accessori di alta qualità Made-in-Cina. Qualcosa mi dice che potrebbe riuscirci.