inhabit #13 ha come protagonista Jasmine Deporta, artista multidisciplinare che si dedica principalmente alla fotografia.

Ci racconta cosa significa per lei "home" attraverso i suoi scatti.

 

Jasmine Deporta

Nest

inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 2
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 0
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 1
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 3
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 4
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 7
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 6
inhabit #13 - Jasmine Deporta Home attraverso la macchina analogica della fotografa di Bolzano | Image 5

 

In questa serie di autoritratti ho cercato di rappresentare la sensazione di "essere a casa". Tuttavia, nella serie di scatti, capelli, pelle e pattern si fondono, come se l'organismo cercasse di adattarsi all'ambiente.
L'assenza del volto rinforza la presenza del corpo nello spazio. Nest è stato scattato nel 2013 nel mio appartamento di Bolzano.

 

Dopo i suoi studi di design a Berlino e Bolzano, Jasmine Deporta lavora attualmente in campi creativi multidisciplinari, soprattutto come fotografa. Nel suo lavoro combina strutture delicate e interpersonali a luoghi comuni creando nuovi e curiosi contesti dall'estetica allettante. Lavorando principalmente con la pellicola analogica, Jasmine cattura immagini granulose che sfocano le linee tra fotografia di moda e arte

 

IG jasminedeporta
website www.jasminedeporta.com