Non appena le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, questo edificio al 641 della Fifth Avenue diventa il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC.

Il grattacielo di 189 m di altezza, finanziato da Aristotele Onassis e progettato dallo studio di architettura Skidmore, Owings e Merrill è uno dei primi edifici di lusso a uso misto, con più di 23000 m² destinati ad uffici o attività commerciali e 225 appartamenti.

Non stupisce quindi che tutto il jet set dell'epoca faccia a gara per occupare uno dei suoi spazi e, se Halston, allora all’apice della sua fama, decide di stabilire qui il quartier generale della sua casa di moda, Maurizio Gucci riesce ad accaparrarsi l’appartamento più prestigioso, una penthouse di 880 m² divisi su due piani, il 50esimo e il 51esimo; attualmente abitato dalle figlie Allegra e Alessandra Gucci.

Sunday Escape - Gucci Sister's NYC Penthouse Le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, diventando il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC | Image 0
Sunday Escape - Gucci Sister's NYC Penthouse Le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, diventando il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC | Image 1
Sunday Escape - Gucci Sister's NYC Penthouse Le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, diventando il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC | Image 2
Sunday Escape - Gucci Sister's NYC Penthouse Le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, diventando il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC | Image 3
Sunday Escape - Gucci Sister's NYC Penthouse Le porte della Olimpic Tower aprono nel 1975, diventando il palazzo residenziale più prestigioso e ambito di NYC | Image 4

Al piano inferiore sono situate le otto stanze da letto, compresa la camera padronale ad angolo che dispone al proprio interno di un’area guardaroba, una vasca idromassaggio e una doccia separata con vista su New York. Al piano superiore, invece, ci sono la biblioteca rivestita da pannelli di legno, arredata con un camino a legna e un immenso lucernario; la sala da pranzo principale e le due cucine (una destinata al personale e una per i proprietari).

Rendono il posto ancora più spettacolare i soffitti alti 4,5 metri, due scalinate, due ascensori e un arredamento molto ricercato che comprende una scrivania di George Nakashima, una poltrona direzionale in alluminio Eames, un divano Slingback di Nelson e le sedie Swan di Jacobsen. 

Il vero pezzo forte? Le 28 vetrate del piano superiore che offrono una vista completa su Manhattan e i suoi edifici simbolo come l’Empire State Building o il Rockefeller Center e, nelle giornate più limpide, anche la Statua della Libertà.

Si tratta di un posto da favola, ovviamente lussuosissimo.
Le sorelle Gucci lo hanno messo in vendita e la cifra per acquistarlo è di circa 38 milioni di dollari.

Se vi avanzano dei risparmi…

 

images via WWD